STORIA DI ZHANG

Siamo a Pechino, distretto 789. A causa del rincaro degli affitti, più di quattromila artisti sono costretti ad abbandonare il quartiere dove vivono e lavorano. Uno di loro, Zhang, comincerà una silenziosa protesta: adagiato di fronte a casa sua inizia uno sciopero della fame.  Ispirato alla figura reale del poliedrico artista cinese Zhang Huan, il protagonista di questa storia è un pittore che realizza i suoi quadri con la cenere degli incensi bruciati nei monasteri tibetani.   Zhang è costretto a sottomettere la sua identità di artista ad un mercato avido ed omologatore.  La sua storia ci ricorda che il mondo si può davvero cambiare ma non possiamo attendere che sia qualcun altro a farlo al nostro posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien